La regolazione degli attacchi per i pedali a sgancio rapido è un’operazione tutto sommato semplice, ma che richiede passaggi ben precisi.

I due principali tipi di attacchi in commercio sono i Look e gli SPD. I primi usati principalmente su bici da strada, caratterizzati da un fissaggio a 3 viti. I secondi invece diffusi in ambito Mountain Bike, con un sistema di fissaggio a 2 viti.

In genere sulle Spinner® Bike sono montati pedali con attacchi SPD per tale ragione illustreremo il montaggio e la regolazione di questo tipo di tacchette.

Questa risorsa è disattivata a causa delle tue preferenze!

Questo succede perchè “Google Youtube” utilizza cookie che tu hai scelto di disabilitare. per accedere a questa risorsa ti preghiamo di attivare i cookie: clicca qui per visualizzare e modificare le tue preferenze.

regolare-attacchi-scarpe-bici00008

I Componenti

Assicuriamoci di avere a portata di mano: le due tacchette, una chiave a brugola della giusta misura, scarpe compatibili con SPD.
A questo punto è possibile notare che la calzatura è dotata di due binari scorrevoli (per una regolazione della posizione lungitudinale), all’interno dei quali si trovano 2 (o on alcuni casi 4) fori per fissare i bulloni delle tacchette. Inoltre guardando queste ultime noterete che la maschera di fissaggio dei 2 bulloni scorre lateralmente (regolazione trasversale).

Il punto in cui posizionare le tacchette

La posizione delle tacchette deve essere tale da allineare la posizione media della linea metatarsale all’asse del pedale. In parole povere il punto del piede immediatamente precedente all’attaccatura dell’alluce deve coincidere con il centro del pedale.

regolare-attacchi-scarpe-bici00012

Per quanto riguarda la posizione trasversale, l’ideale sarebbe allineare tutte le articolazioni (ginocchio, anca, caviglia) in modo da essere paralleli alla pedivella. Bisogna tener conto però di alcune variazioni dovute alle nostre abitudini che se ignorate potrebbero provocare fastidi. Per esempio se tendiamo a camminare con le punte dei piedi rivolte verso l’esterno, dovremo regolare trasversalmente le tacchette in una posizione più aperta, viceversa in una posizione più chiusa e vicina alla pedivella.

regolare-attacchi-scarpe-bici00006

Determinare il punto preciso

Metodo 1: posizionamento con sagoma in carta

  • Poggiare sul pavimento un foglio di carta bianco, poggiare sopra il piede, tracciare il contorno e contrassegnare i due ossicini sporgenti del metatarso in corrispondenza dell’attaccatura dell’alluce (all’interno) e del mignolo (all’esterno).
  • Tracciare una linea che unisca questi due punti. Riportare sull’altro lato del foglio la linea che avete tracciato senza discostarla da quella tracciata.
    regolare-attacchi-scarpe-bici00011
  • Ritagliare il foglio di carta e metterlo da parte.
  • Utilizzare le 2 viti fornite con l’attacco per fissarlo alla scarpa, inizialmente senza stringere. Molte calzature sono dotate di due file di buchi per le viti, in modo da adattarsi meglio alla posizione avanzata o indietreggiata della tacchetta.
    regolare-attacchi-scarpe-bici00007
  • Poggiare la sagoma ritagliata sulla suola della scarpa in modo da avere la linea ricalcata (e non quella originale) rivolta verso di noi.
  • Far scorrere in alto o in basso la tacchetta lungo il binario per posizionarla nel punto medio della linea contrassegnata sulla sagoma.
    regolare-attacchi-scarpe-bici00004regolare-attacchi-scarpe-bici00005regolare-attacchi-scarpe-bici00009
  • A seconda delle esigenze far scorre a destra e sinistra la tacchetta secondo le indicazioni di cui sopra. Una volta che la posizione è definita, serrare con forza (senza esagerare) le 2 viti con la chiave a brugola.
  • Ripetere queste operazioni per l’altro piede, ovviamente creando una nuova sagoma in carta.
  • Testare l’aggancio sui pedali e se è il caso effettuare piccole correzioni per aumentare il comfort.

Metodo 2: posizionamento con misurazione diretta sulla calzatura

  • Procurarsi 2 cerotti o del nastro adesivo per fasciature medico, 2 sferette in plastica o in acciaio del diametro di qualche millimetro.
  • Togliere il calzino dal piede, e fissare con il nastro/cerotto le due sferette in corrispondenza dei due ossicini sporgenti del metatarso in corrispondenza dell’attaccatura dell’alluce (all’interno) e del mignolo (all’esterno).
  • Indossare la calzatura e tastare con le mani all’esterno la posizione delle 2 sferette, contrassegnare con una matita sulla parte laterale della suola, il punto preciso in cui si trovano le 2 sferette.
  • Sfilare la calzatura e con la matita unire i due punti ottenuti tracciando una linea sulla parte inferiore della suola.
  • Utilizzare le 2 viti fornite con l’attacco per fissarlo alla scarpa, inizialmente senza stringere. Molte calzature sono dotate di due file di buchi per le viti, in modo da adattarsi meglio alla posizione avanzata o indietreggiata della tacchetta.
  • Far scorrere in alto o in basso la tacchetta lungo il binario per posizionarla nel punto medio della linea contrassegnata sulla suola.
  • A seconda delle esigenze far scorre a destra e sinistra la tacchetta secondo le indicazioni di cui sopra. Una volta che la posizione è definita, serrare con forza (senza esagerare) le 2 viti con la chiave a brugola.
  • Ripetere il procedimento sull’altra scarpa.
  • Testare l’aggancio sui pedali e se è il caso effettuare piccole correzioni per aumentare il comfort.

Quanto illustrato rappresenta due dei possibili metodi per un posizionamento ottimale delle tacchette. Alcuni medici dello sport propongono misurazioni biometriche accurate per un posizionamento più preciso. Altri metodi si basano su misurazioni standard basate sulla taglia del piede (a nostro avviso molto meno accurate).

In linea generale è possibile posizionare le tacchette secondo le misurazioni descritte e testare per brevi periodi di pedalata se la posizione risulta confortevole o se ci sono piccoli fastidi. In caso si manifestassero problematiche è bene sospendere l’uso degli attacchi ed esporre la problematica al proprio allenatore e al medico.

Osvaldo Lanzillotti

Sono un appassionato di comunicazione, musica e ovviamente di sport. Ciclista per passione, ho studiato per diventare istruttore certificato del programma Spinning®. Scrivo su questo blog per condividere con i lettori notizie e conoscenze sull’allenamento e sul benessere psicofisico.

Latest posts by Osvaldo Lanzillotti (see all)

Adesso che conosci le tecniche di settaggio è ora di provare. Che ne dici?

Dal blog


Questo sito utilizza Cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Cookie policy

Questa risorsa è disattivata a causa delle tue preferenze!

Questo succede perchè “%SERVICE_NAME%” utilizza cookie che tu hai scelto di disabilitare. per accedere a questa risorsa ti preghiamo di attivare i cookie: clicca qui per visualizzare e modificare le tue preferenze.