Quando fa freddo meglio il ciclismo indoor

Ho preso spunto dal freddo pungente di questi giorni e da un interessante articolo, riguardante l’allenamento ciclistico in inverno (scritto da Davide Petucco), per parlarti di come l’indoor-bike possa rappresentare una scelta ottimale per tenersi in forma quando fuori fa freddo.

Mettiamo subito in chiaro che quello di cui stiamo parlando, non è valido se lo scopo delle tue uscite in bici è il classico giro all’aria aperta. Parliamo di pedalare per allenarci e tenerci in forma.

La temperatura bassa per il fisico è come avere il freno a mano tirato.

Il tuo corpo reagisce alle basse temperature auto-proteggendosi, prediligendo la tutela della temperatura vitale interna al resto. Questo si traduce in una serie di aggiustamenti come l’abbassamento della frequenza cardiaca e la diminuzione della gittata. In parole povere arriverà meno sangue e meno ossigeno ai muscoli.

Tutto questo significa far lavorare il tuo corpo ad un livello di stress inutilmente elevato, e non raggiungere i risultati sperati.

Pericoli ambientali e “raffreddamento da vento”

Pedalando su strada in inverno, devi tener conto anche della pericolosità data dalle avverse condizioni meteo. Strade sporche bagnate o peggio ghiacciate ed altri pericoli lungo il percorso, come pesanti temporali grandinate e vento forte, potrebbero rendere estremamente rischioso percorrere anche solo pochi chilometri.

Oltre a questo, dovrai fare i conti con il raffreddamento da vento o “Wind Chill”. Sai quella sensazione di brivido che arriva quando prendi il vento addosso (sia per la velocità di percorrenza sia per la presenza di vento in sé)? Beh non è affatto una sensazione, ma un fenomeno scientifico che abbassa la temperatura percepita dal tuo corpo, all’aumentare della velocità del vento che ti colpisce. Più fa freddo più questo fenomeno aumenta, facendo abbassare la temperatura da un minimo di 1 fino anche ad 8-10 gradi rispetto a quella ambientale.

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner in alto nella pagina
Video esplicativo del wind chill

A conti fatti meglio pedalare al chiuso

Se stai leggendo questo post probabilmente conosci già i vantaggi ed i piaceri del pedalare per tenersi in forma. Ma allenarsi vuol dire lavorare a determinati livelli di intensità, sudare e stancarsi. Fare tutto questo all’aperto in inverno, oltre che farti rischiare l’osso del collo (in misura molto maggiore rispetto a quando le condizioni meteo sono favorevoli), non farà altro che procurarti un malanno a causa del quale probabilmente dovrai sospendere non solo gli allenamenti ma anche le tue attività quotidiane.

Il mio consiglio è quello di curare la tua forma fisica allenandoti al chiuso, tra tutte le possibilità a disposizione per allenarti indoor, quella che preferisco è lo Spinning®. Un programma semplice divertente ed efficace, utilizzato anche da chi macina migliaia di chilometri in bici, per mantenere e sviluppare la condizione atletica durante i mesi invernali.

Come sempre il box dei commenti è a tua disposizione, un saluto e un arrivederci al prossimo post.

Fonti:
Pedalare con il freddo : i 3 effetti sul nostro corpo
L’indice Wind Chill (WC) di disagio (bio) climatico
Adattamento fisiologico al freddo

Se ti è piaciuto questo contenuto, condividilo.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. maggiori info

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi